Biografia breve

La violoncellista Silvia Chiesa vanta una brillante carriera solistica con concerti nei principali Paesi europei, negli Stati Uniti, in Cina, Australia, Africa e Russia. A lei si devono le uniche registrazioni mondiali di alcuni capolavori del Novecento italiano: i Concerti per violoncello di Nino Rota e il Concerto in Do minore di Pizzetti, con l’Orchestra Rai di Torino diretta da Corrado Rovaris (Sony Classical). E’ dedicataria di brani di Azio Corghi, Matteo D’Amico e Ivan Fedele, inoltre ha eseguito in “prima” italiana lavori di Shohat, Clementi, Dall'Ongaro, Maxwell Davies e Sollima. Suona stabilmente con il pianista Maurizio Baglini: il duo incide per Decca che ha da poco pubblicato il loro cd con l’integrale per violoncello e pianoforte di Rachmaninov. Ha inciso per Rai Radio3, Rai Sat, France Musique e France 3. È artista residente di Amiata Piano Festival e docente all’Istituto superiore di studi musicali “Monteverdi” di Cremona. Nel 2016 ha ricevuto il Premio Anlai dell’Associazione nazionale liuteria artistica italiana. Suona un violoncello Giovanni Grancino del 1697.